Tre mezzi donati al Senegal


Si è tenuta Venerdì 15 Febbraio 2019, la conferenza stampa di presentazione del progetto di aiuto al Senegal.

Hanno partecipato il Presidente dell’Associazione Daniele Vannozzi, il console onorario del Senegal Andrea Ermini, i rappresentanti della Comunità Senegalese di Pisa e Pontedera, nella figura di Mbaye Ndiouck, e il sig. Mouhamed Ali Ndiaye.

Ndiaye, italo senegalese, già campione italiano di pugilato dei pesi medi e, per meriti sportivi, nominato, dal suo paese d’origine il Senegal, Ambasciatore di buona volontà per i disabili, ha ricevuto in donazione tre mezzi dismessi della Pubblica Assistenza: un’ambulanza Fiat Ducato, un furgone da trasporto Daewoo e un pulmino trasporto disabili Fiat Ducato.

Nel suo intervento, Ndiaye ha ringraziato l’associazione per questa donazione, un gesto importante per la città in cui questi mezzi saranno portati e un segnale di vicinanza per portare servizi, aiuto e sviluppo al Senegal anche per mitigare gli effetti della migrazione dei giovani. Lui stesso è emigrato, divenendo un esempio brillante di una integrazione possibile, ma è consapevole che una crescita del suo paese di origine è necessaria.

La donazione è finalizzata al conseguimento di motivi umanitari. Queste attrezzature, non più utilizzate in Italia, sono ancora ben funzionanti e in Senegal saranno di estrema utilità per la tutela della salute e gli interventi di protezione civile. Il Senegal conta circa 15 milioni di abitanti e poco meno della metà della popolazione, il 46,7 %, vive sotto la soglia della povertà.

I mezzi in oggetto saranno consegnati alla città di Touba, il centro religioso più importante del Paese, con oltre 500 mila abitanti, che è sprovvisto di adeguati mezzi di assistenza e  di soccorso. Mancano servizi e strutture idonee per i disabili. E la città non dispone di sufficienti risorse economiche.

L’Associazione “Touba Ca Kanam” sosterrà le spese di viaggio, via mare, dal Porto di Livorno al Senegal e il presidente dell’Associazione, prenderà in carico i mezzi al porto di Dakar. L’avvenuta consegna dei mezzi donati, sarà puntualmente documentata da Ndiaye.

Come ha fatto la Pubblica Assistenza di Pisa, al cui Presidente e Direttore va il ringraziamento della Comunità Senegalese, occorre lavorare per il miglioramento delle condizioni di vita dei paesi più poveri, come il Senegal, per affrontare il problema delle migrazioni in Italia ed in Europa.