Vari tipi di donazione


Di seguito troverete una semplice guida ai vari tipi di donazione. Al centro trasfusionale potrete confrontarvi con i medici per decidere quale donazione sia la migliore per voi o la più utile al momento. Per avere informazioni più dettagliate potete consultare questo link.


Donazione del sangue intero

Il sangue intero è quello che viene prelevato dal donatore e raccolto in sacche senza essere lavorato. In questa condizione il sangue mantiene le sue qualità per un periodo limitato, circa 24 ore, entro le quali va lavorato per estrarre gli emoderivati ovvero le componenti che poi possono essere trasfuse ai pazienti. Raramente il sangue viene trasfuso intero, vengono trasfusi gli emoderivati, più specifici alle singole necessità dei pazienti come globuli rossi concentrati, plasma a molto altro.


Donazione piastrine

Perché donare le piastrine

Alcune malattie come la leucemia e l’aplasia midollare, o alcune terapie come la chemioterapia e la radioterapia, impediscono la produzione delle cellule sanguigne da parte del midollo osseo, può quindi essere necessario reintrodurre le piastrine. La trasfusione di piastrine è indispensabile per evitare rischi di emorragie che mettono in pericolo di vita i malati. Esistono due modi per ottenere le piastrine, possono essere preparate tramite separazione dei diversi componenti del sangue o prelevare mediante donazione di sole piastrine attraverso una procedura che si chiama aferesi.

Lo sapevi che…

La donazione in aferesi permette di prelevare direttamente un componente del sangue per mezzo di un separatore di cellule mentre gli altri componenti del sangue vengono restituiti. La durata della donazione è di 90 minuti. Dal tuo arrivo alla tua uscita saranno necessarie circa 2 ore. Le piastrine si conservano per soli 5 giorni. Sarà necessario che tu attenda un intervallo minimo di 30 giorni tra una donazione di piastrine ed un’altra ; il numero delle donazioni, comunque, non deve essere superiore a 6 in un anno.


Donazione plasma

Perché donare il plasma

La donazione di plasma è utile a molti malati. Il plasma può essere utilizzato per uso clinico o sotto forma di prodotti farmaceutici a seguito di lavorazione industriale. Ne beneficiano soprattutto i grandi ustionati, gli emolitici,i pazienti che soffrono di disturbi della coagulazione, di deficit immunitari gravi, di malattie neurologiche ed epatiche. Il bisogno di plasma per uso clinico è in costante aumento : ogni giorno in Toscana sono necessarie oltre 25000 unità terapeutiche. Esistono due modi per ottenere il plasma : tramite separazione dai diversi componenti del sangue o mediante donazione di solo plasma attraverso una procedura che si chiama aferesi.

Lo sapevi che…

La quantità di plasma prelevata ad ogni donazione è fissata per Decreto Ministeriale ed in Toscana standardizzata a 650ml. La durata della donazione varia tra 35/45 minuti. Dal tuo arrivo alla tua uscita sarà necessaria circa 1 ora. Il plasma donato viene immediatamente congelato e può essere conservato fino a 24 mesi. Sarà necessario che tu attenda un intervallo minimo di 14 giorni tra una donazione di plasma ed un’altra; il quantitativo di plasma donato, infatti, non deve essere superiore ai 10 litri in un anno.


Donazione Multicomponent

Perché donare in multicomponent

La donazione in multicomponent è un processo che permette la raccolta simultanea di diversi emocomponenti da un singolo donatore senza ricorrere alla lavorazione del sangue intero. Permette quindi di realizzare la giusta composizione del sangue necessario a trattare patologie particolari senza ulteriori passaggi di laboratorio, in particolare per pazienti politrasfusi, leucemici o con gruppo sanguigno raro.

Lo sapevi che…

Dalla donazione multicomponent, a seconda delle modalità di lavorazione, si ottiene:

  1. Emazie e plasma: eritroplasmaferesi;
  2. Emazie e piastrine: eritropiastrinoaferesi;
  3. Plasma e piastrine: plasmapiastrinoaferesi;
  4. Due unità di globuli rossi: eritrocitoaferesi;
  5. Donazione di piastrine in aferesi raccolte in due sacche.

Vuoi sapere come e quando si può donare?