Anch’io sono la Protezione Civile 2017


Si è concluso il campo scuola “Anch’io sono la Protezione Civile, promosso e finanziato dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Una opportunità per ragazzi dai 13 ai 17 anni di avvicinarsi al mondo della protezione civile, vivendo una settimana a tu per tu con i volontari della nostra Associazione e con gli altri protagonisti del nostro sistema di protezione civile. Un calendario ricco di iniziative che, giorno per giorno, descriveremo per rendervi partecipi di questa iniziativa.


SABATO 22 LUGLIO

I ragazzi si sono ritrovati presso la sede di via Bargagna per sbrigare le pratiche di iscrizione, effettuare un test di ingresso in cui venivano valutate le conoscenze pregresse del sistema protezione civile e poi via a caricare il materiale per allestire le tende. Niente era stato preparato in magazzino in modo da far scontrare subito i ragazzi con la realtà di una “emergenza” fatta sempre da piccoli imprevisti. Da qui il trasferimento alla sede di Marina di Pisa, il montaggio di un gazebo per potervi mangiare mentre la cucina preparava il pranzo il tutto proprio come in emergenza, il prima possibile ma senza orari. Ed è così che, dopo un pranzo che poteva essere una merenda, via di corsa a montare le tende e poi, finalmente un tuffo in mare sul tramonto. Doccia veloce e una cena. Stanchi sono andati a letto per affrontare la giornata di domenica.


DOMENICA 23 LUGLIO

Giornata dedicata interamente all’antincendio boschivo. Un cambio di programma a inizio mattina non ci ha visto scalare il Monte Serra per visitare la base dell’elicottero regionale antincendio. Il mezzo e il personale non erano disponibili a causa del periodo molto impegnativo sul fronte della repressione degli incendi.

Non sono mancate le attività, con una breve passeggiata sulla via Litoranea per vedete dal vivo gli effetti dell’incendio che, il 6 luglio, ha interessato la pineta di fronte al bagno Zara. Una passeggiata nei sentieri antincendio e l’incontro casuale con uno dei nostri mezzi di pattugliamento nella pineta hanno dato modo di far vedere cosa facciamo tutti i giorni.

Rientrati in sede, una breve lezione sul rischio incendio boschivo, poche nozioni e buone pratiche per evitare che un evento possa diventare una tragedia e per evitare che comportamenti sbagliati causino un incendio.

Il pranzo, un po di riposo e il pomeriggio riparte con una dimostrazione pratica di come i nostri Volontari intervengono su un incendio con le nostre attrezzature e i nostri mezzi.

Lasciando calare un po il sole, anche oggi approfittiamo della collaborazione e accoglienza della UISP Pisa presso il loro stabilimento balneare, per un bagno e un po di divertimento.


LUNEDÌ 24 LUGLIO

Prima giornata di escursioni fuori per i nostri ragazzi. Questa mattina, con il pullman di Anpas Toscana c’e stato il primo spostamento verso Pisa dove hanno potuto visitare la sala operativa della Protezione Civile del Comune di Pisa. I funzionari presenti hanno spiegato il Piano di Protezione Civile, il sistema di allertamento AlertPisa e hanno risposto alle domande dei ragazzi. Lungo le spallette dell’Arno abbiamo potuto vedere dove vengono montate le paratie per innalzare le spallette durante le piene. Un altro argomento su cui si è ampiamente discusso sono le allerte meteo, cosa sono, a cosa servono e quanto sono precise (e perché a volte sembra che non lo siano). Il tutto, scoprendo anche che il luogo dove le allerte meteo della Toscana sono studiate ed emanate, il Centro Funzionale Regionale, si trova proprio sui nostri lungarni.

Dopo il pranzo in sede, di nuovo tutti sui pullman alla volta di Massaciuccoli per una escursione alla scoperta della natura sul lago. Le guide del parco regionale ci hanno accompagnato lungo i camminamenti da cui è possibile ammirare la flora e la fauna e in canoa, nei percorsi tra i canneti di questo gioiello a pochi passi da casa nostra.


MARTEDÌ 25 LUGLIO

Una giornata all’insegna dell’aviazione. La mattina è trascorsa all’aeroporto militare di Pisa, presso la 46° aerobrigata, in cui è stato possibile vedere come i piloti si addestrano alle missioni che spesso sono in supporto del sistema protezione civile. Sono sempre frequenti anche i trasferimenti di ambulanze all’interno degli aerei o del materiale di nuclei di Protezione Civile altamente specializzati che operano in contesti internazionali come il Gruppo Chiururgia d’Urgenza dell’ospedale di Pisa. Uno sguardo al servizio metereologico dell’Aeronautica e alla manutenzione a cui i mezzi vengono sottoposti.

Dopo il pranzo alla mensa interna della base militare si riparte per Sarzana, alla base elicotteri della Guardia Costiera. Una esperienza nuova per tutti, che ci ha messo a tu per tu con coloro che, sorvolando e sorvegliando i nostri mari, si sono resi protagonisti in tantissimi  salvataggi, da quello del naufragio della Costa Concordia fino alla più piccola imbarcazione da diporto in difficoltà.


MERCOLEDÌ 26 LUGLIO

Una giornata per recuperare le energie, almeno in parte. La sveglia un po più tardi, un piccolo riepilogo di quello che abbiamo fatto fino ad oggi e una lezione sul sistema di protezione civile.

Dopo pranzo ancora relax per terminare il pomeriggio al mare con gli amici del Bagno Uisp che ci hanno fornito un importante supporto alla nostra iniziativa.

Dopo cena, prima di lasciare andare i ragazzi verso le tende un piccolo briefing per organizzare la giornata successiva ma, all’improvviso, succede l’imprevisto: si spengono le luci, una delle animatrici entra urlando nel buio, sul collo un fazzoletto macchiato di rosso. “Dracula è scappato”, urla disperata “aiutatemi a catturarlo”. I ragazzi, divisi con le squadre con cui di solito ogni giorno svolgono i piccoli compiti quotidiani devono cercare dei “pipistrelli”, i nostri animatori, che daranno loro delle prove da superare in cambio di oggetti utili a catturare dracula, l’aglio, i pezzi di una croce in palissandro e altro ancora. Ma Dracula è in agguato e li aspetta nel buio per morderli… inizia così una serata diversa, inaspettata e molto gradita dai ragazzi!


GIOVEDÌ 27 LUGLIO

Sveglia presto anche questa mattina, colazione e tutti sul pullman alla volta di Livorno, di nuovo in compagnia della Guardia Costiera, presso la Capitaneria di Porto. Una esperienza diversa rispetto a quella della base elicotteri, incentrata di più sulle attività di coordinamento dei soccorsi in mare e del controllo delle coste. Con un video dei soccorsi e delle attività in mare, abbiamo potuto vedere quanto la Guardia Costiera fa ogni giorno. Sul molo, ci sono state spiegate le unità navali in forza alla Capitaneria di Porto di Livorno e quali funzioni svolgono.

Dopo il pranzo al campo, presso la base antincendio boschivo della Pubblica Assistenza S.R. Pisa, si parte alla volta di Pisa, per la visita alla Caserma dei Vigili del Fuoco. Un periodo impegnativo per i pompieri dato dal lungo periodo di siccità. Il personale presente in caserma non si è però risparmiato nell’accoglierci e mostrarci le loro attività. Un breve salto nella sala operativa, con gli operatori che rispondono alle chiamate al 115, che ci hanno spiegato come è importante effettuare correttamente una chiamata e poi fuori, a vedere il “campo macerie” per l’addestramento alla ricerca e soccorso in ambiente urbano e con la novità dello spazio di simulazione dell’interno di edifici crollati. Sul piazzale una autoscala ci stava aspettando per portarci in alto e permetterci una vista insolita della nostra città.


VENERDÌ 28 LUGLIO

La giornata di Venerdì ci ha visto visitare la sede di Pisa di INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Tema attuale, da dopo il terremoto del 24 agosto, spiegato in ogni minimo dettaglio e inserito nel contesto del sistema di Protezione Civile.

Ad assistere c’era anche un funzionario del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile che ci ha seguito anche al nostro campo e ha pranzato con noi. Nel pomeriggio di nuovo a Pisa, presso la nostra sede di Via Bargagna per parlare di soccorso sanitario e imparare le manovre salvavita come la disostruzione delle vie aeree e la rianimazione cardio-polmonare.


SABATO 29 LUGLIO

Ultimo giorno di campo scuola. Sveglia presto per i ragazzi del campo, colazione e smontaggio del campo. Fatte le valigie, smontate le tende e ripulito il campo è arrivato il momento di accogliere i genitori. Una piccola cerimonia per la consegna degli attestati e poi a pranzo tutti insieme.

La chiusura dela campo è stata affidata all’intervento di Egidio Pelagatti, Responsabile Operativo Nazionale Anpas di Protezione Civile, che ha ringraziato i ragazzi, le famiglie e i volontari che hanno reso possibile il campo, augurandosi di aver lasciato il segno su cosa significhi essere cittadini attivi, vivere attuando le buone pratiche di Protezione Civile e crescere con i valori del volontariato, valore aggiunto della nostra società.


Tutte le foto del campo scuola 2017


La nostra sede di Marina di Pisa